Idoneità alloggiativa, cos'è e dove si chiede
Idoneità alloggiativa, cos’è e dove si chiede

Il certificato di idoneità alloggiativa è quel documento che attesta il numero massimo di persone che possono vivere in un abitazione, in base alla superficie dell’alloggio e ai parametri indicati dalla normativa vigente.
L’alloggio dove vivi cioè, deve essere abbastanza grande e sicuro dal punto di vista della salute e dell’igiene per ospitare sia te sia le eventuali persone con cui vivi.

A cosa serve l’idoneità alloggiativa

Tutti i cittadini stranieri regolarmente soggiornanti devono dotarsi dell’attestazione di idoneità alloggiativa al fine di ottenere:

Superficie per ogni abitante

Gli artt. 2 e 3 del D.M. del 5 luglio 1975 contengono norme relative al rapporto superficie dell’alloggio e suoi abitanti.

Più nello specifico l’art. 2 stabilisce che “per ogni abitante deve essere assicurata una superficie abitabile non inferiore a mq 14, per i primi 4 abitanti, ed a mq 10, per ciascuno dei successivi. Le stanze da letto debbono avere una superficie minima di mq 9, se per una persona, e di mq 14, se per due persone. Ogni alloggio deve essere dotato di una stanza di soggiorno di almeno mq 14″.

L’art. 3 prevede che “ferma restando l’altezza minima interna di m 2,70, salvo che per i comuni situati al di sopra dei m. 1000 sul livello del mare per i quali valgono le misure ridotte già indicate all’art. 1, l’alloggio monostanza, per una persona, deve avere una superficie minima, comprensiva dei servizi, non inferiore a mq 28, e non inferiore a mq 38, se per due persone”.

Ricapitolando:

  • 1 abitante – 14 mq;
  • 2 abitanti – 28 mq;
  • 3 abitanti – 42 mq;
  • 4 abitanti – 56 mq;
  • Per ogni abitante successivo + 10 mq.

La superficie non è l’unico requisito da rispettare, ma ne esistono diversi, quali l’igiene, l’altezza, il riscaldamento, l’umidità, la ventilazione, l’illuminazione ecc.

Dove si chiede l’idoneità alloggiativa

L’attestazione va richiesta al proprio Comune di residenza. Bisogna recarsi presso l’Ufficio Tecnico del Comune muniti dei documenti richiesti.

Altrimenti, in base alla provincia di residenza il sistema telematico permette  di richiedere direttamente on-line il certificato di idoneità alloggiativa seguendo la seguente procedura:

  1. accedere al sito della Prefettura selezionando il proprio Comune di residenza;
  2. selezionare la tipologia di pratica per la quale si richiede il documento di idoneità alloggiativa;
  3. compilare il modulo online e seguire tutti i passaggi richiesti dalla piattaforma;
  4. recarsi presso il Comune di residenza per formalizzare la richiesta del certificato di idoneità alloggiativa, presentando tutta la documentazione necessaria;
  5. se la documentazione presentata è completa, riceverai conferma da parte dell’Ufficio tecnico del Comune e potrai prendere un appuntamento per ritirare il documento di idoneità alloggiativa.

Documenti necessari

  • fotocopia di un documento d’identità (carta di identità o passaporto);
  • permesso di soggiorno o carta di soggiorno;
  • copia dell’atto di locazione o di comodato d’uso o di proprietà dell’alloggio. Se si è ospiti di qualcuno, è necessaria la dichiarazione di ospitalità;
  • planimetria dell’alloggio e destinazione d’uso di ogni stanza;
  • marca da bollo da 16 euro.
Hai bisogno di un'assistenza personalizzata? Siamo a Palermo, Napoli e Roma. Inviaci una mail all'indirizzo help@infoimmigrazione.com o contattaci sui nostri canali social. Rispondiamo sempre.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai tutti gli aggiornamenti sulla tua casella di posta.

Potrebbero interessarti

Titolo di viaggio per stranieri, cos’è e chi può ottenerlo

Il titolo di viaggio è un documento equipollente al passaporto del Paese…

Decreto flussi: ho avuto un’espulsione, posso venire in Italia?

Il decreto flussi consente al lavoratore straniero di entrare in Italia per…

Diritto alla salute, come possono accedere alle prestazioni sanitarie gli stranieri senza permesso di soggiorno

Il diritto alla salute è internazionalmente riconosciuto come diritto inviolabile della persona.…