Permesso di soggiorno per convivenza di fatto
Permesso di soggiorno per convivenza di fatto

La legge Cirinnà (Legge n. 76/2016 del 20/05/2016) oltre ad aver riconosciuto le unioni omosessuali, ha disciplinato le cd convivenze di fatto.
Le convivenze di fatto fanno riferimento a quell’istituto che regola tutte le coppie maggiorenni – sia omosessuali che eterosessuali – che vivono insieme, come se fossero unite da un vincolo matrimoniale.

L’art. 1, comma 36 della stessa legge, definisce le convivenze di fatto come due persone maggiorenni unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, non vincolate da rapporti di parentela, affinità o adozione, da matrimonio o da un’unione civile.

Come si ufficializza una convivenza

La convivenza di fatto deve essere formalizzata tramite un’apposita dichiarazione all’ufficio anagrafe del Comune di residenza.
Tale dichiarazione dovrà essere sottoscritta dinnanzi l’ufficiale d’anagrafe oppure inviata al Comune per fax o per via telematica.
In questo modo sarà possibile ottenere lo stato di famiglia che attesti la convivenza.

Occorre però precisare che – secondo la Legge Cirinnà e secondo un’interpretazione letterale della stessa – presupposto per dimostrare la convivenza è la dichiarazione anagrafica.

Ne consegue dunque che un cittadino extracomunitario irregolare non potrebbe stipulare una convivenza di fatto.

Come può quindi un cittadino irregolare non iscritto all’anagrafe ottenere un permesso di soggiorno?
Scopriamolo insieme.

Come ottenere il permesso di soggiorno con una convivenza di fatto

L’art. 3, comma 2, lett. b) del d.lgs. 30/2007, che recepisce la direttiva 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini dell’Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri, riconosce il diritto all’agevolazione dell’ingresso e del soggiorno anche al partner con cui “il cittadino dell’Unione abbia una relazione stabile debitamente attestata dallo Stato del cittadino dell’Unione”.

Secondo la giurisprudenza dei Tribunali italiani, è sufficiente un contratto di convivenza per iscrivere il proprio compagno extracomunitario all’anagrafe.
Tra le varie pronunce, il Tribunale di Bologna con ordinanza n. 21280 del 03.02.2020, e il Tribunale di Modena con ordinanza n. 370 del 07.02.2020, hanno affermato che “lo straniero ha diritto all’ingresso in Italia e al ricongiungimento con il partner italiano, se intrattiene con questi una stabile relazione, non registrata, ma debitamente attestata da documentazione ufficiale”. Per questo è stata disposta l’iscrizione anagrafica del partner straniero privo di titolo di soggiorno in virtù del diritto all’unità familiare.

Anche il Tribunale di Milano, con ordinanza del 24 aprile 2021, ha ordinato al Comune di Milano l’iscrizione anagrafica della cittadina straniera senza permesso di soggiorno, ma “convivente di fatto” con un cittadino italiano. Ciò alla luce della direttiva 2004/38/CE che “agevola” il soggiorno dei cittadini stranieri uniti in coppia di fatto con un cittadino comunitario residente.

Se hai bisogno di assistenza, o di qualsiasi altro chiarimento

CONTATTACI

La direttiva riconosce quindi il diritto di soggiorno nel territorio degli Stati membri a coloro che, ai sensi dell’art. 3 d.lgs. n. 30/2007, abbiano una stabile convivenza con il partner italiano.

Peraltro i Tribunali italiani rilevano che, gli unici requisiti per il riconoscimento della coesione familiare, in virtù degli artt. 3 comma 2 lett. b) e 7 comma 2 del d.lgs n. 30/2007, sono:

  • l’esistenza di una documentazione ufficiale che attesti le sufficienti risorse economiche;
  • l’esistenza di idonea soluzione abitativa, nonché un contratto di convivenza sottoscritto davanti un avvocato in qualità di pubblico ufficiale, idoneo ad integrare la “documentazione ufficiale” richiesta dalla normativa.

Pertanto, tutte le coppie realmente conviventi, in possesso o meno di un regolare permesso di soggiorno, potranno richiedere un permesso per motivi familiari.

Questo perché le coppie di fatto sono considerate a tutti gli effetti una famiglia, e come tale, è necessario garantirne l’unità.

Come si dimostra ufficialmente una convivenza

L’accertamento della convivenza sarà possibile tramite un avvocato, il quale redigerà, in presenza della coppia, il cd. patto di convivenza.

Per la stipula del contratto di convivenza è sufficiente il passaporto, in corso di validità, da parte del cittadino straniero. Per il cittadino italiano è sufficiente un qualsiasi documento di riconoscimento.

Con il contratto di convivenza, stipulato a norma del comma 50 e seguenti della legge n. 76/2016, lo straniero può essere iscritto all’anagrafe anche se privo del permesso di soggiorno.

Tuttavia, è opportuno specificare che, anche qualora si stipulasse un contratto di convivenza, non è detto che i Comuni procederanno all’iscrizione anagrafica o che le Questure rilascino il permesso.
Molto spesso si dovrà fare ricorso all’autorità giudiziaria la quale, in virtù del patto di convivenza stipulato, deciderà se riconoscere o meno la regolarità dello straniero nel territorio nazionale.

Documenti richiesti

Qualora l’iter vada a buon fine e il contratto di convivenza venga regolarmente trascritto presso il Comune di residenza del partner italiano, per il rilascio del permesso di soggiorno sarà necessario presentare in Questura i seguenti documenti:

  • 4 fotografie;
  • marca da bollo da 16€;
  • copia documenti di riconoscimento;
  • stato di famiglia e residenza/dichiarazione di ospitalità;
  • registrazione presso il Comune di residenza della convivenza di fatto;
  • contratto di convivenza con specifica circa il mantenimento del cittadino straniero;
  • documentazione attestante il reddito familiare;
  • versamento sul C/C 67422402 di € 30,46; in assenza di reddito il contributo è di  € 80,46.

Quanto dura il permesso di soggiorno per coppie di fatto

Il permesso di soggiorno rilasciato sarà un permesso di soggiorno per motivi familiari della durata di 2 anni, rinnovabili.
Tuttavia, il convivente ha diritto ad ottenere la carta di soggiorno per familiare di cittadino dell’Unione della durata di 5 anni.

Passaggi da compiere

Quindi, ricapitolando, per ottenere un permesso di soggiorno per motivi familiari è necessario:

  1. stipulare un patto di convivenza;
  2. con il patto di convivenza chiedere la trascrizione del contratto nei registri del Comune e l’iscrizione anagrafica;
  3. con l’iscrizione anagrafica e il patto di convivenza trascritto, chiedere il permesso di soggiorno in Questura.
Hai bisogno di ulteriori informazioni?
Scrivici a help@infoimmigrazione.com
Rispondiamo sempre.

Online Legal Support

Ricevi la tua risposta in poche ore.

CONTATTA UN AVVOCATO

72 commenti
    1. Salve ,
      Sono un ragazzo albanese residente nel territorio nazionale italiano da oltre 27 anni con regolare cittadinanza.
      Sono fidanzato con la mia compagna da 5 anni di nazionalità LEI (messicana) ,la nostra relazione è cominciata quando ho trascorso 4 anni fà un periodo di qualche anno a Londra,
      Dopo che lei a conseguito il master a Londra abbiamo scelto di vivere insieme qua in Italia per poter crearci una famiglia .
      Sto cercando su internet varie opzioni per poter avviare l’iter ma non riesco a capire quale sia la migliore se:
      -per matrimonio
      -convivenza civile (di fatto)
      Resto in attesa per una risposta
      Ringrazio anticipatamente per l’attenzione
      Cordiali saluti
      Giulio

      1. Vi ringrazio per la risposta,
        Sarebbe possibile avereun recapito telefonico od una email se volessi essere seguito per le procedure dal vostro studio grazie.

    2. Vorrei far venire in italia il mio fidanzato con il quale ho registrato una convivenza all’estero io vivo in italia è possibile fare il ricongiungimento familare?

  1. Salve,
    Mi chiamo Andrea García, sono messicana e sono arrivata in Italia con il visto per studio, ho avuto il permesso di soggiorno per studio e ho finito un Master di primo livello, dopodiché ho fatto la conversione del permesso per attesa occupazione. Quest’ultimo permesso scade a novembre del 2021. Volevo chiedere assistenza, perché non saprei a che tipologia di permesso potrei convertirlo. Le presento il mio caso… Io ho una sorella che ha la cittadinanza italiana che abita a Roma, anche ho un fidanzato italiano che abita a Formia, sto cominciando il mio brand di moda online, e anche faccio lavoro di freelance.
    Volevo chiedere quale tipologia di permesso sarebbe il più conveniente:

    -Lavoro autonomo (freelance)
    -Lavoro autonomo (artigiano)
    -Lavoro subordinato (babysitter nipote del mio fidanzato)
    -Ricongiungimento familiare
    -Coppia di fatto
    Volevo chiedere cortesemente la sua assistenza nella procedura.

    La ringrazio tanto in anticipo per la sua attenzione,
    Cordiali saluti,

    Andrea G

  2. Salve,

    Sono Lorenzo. Mi trovo nella situazione di relazione a distanza con una ragazza argentina. Lei sta per venire in Italia a trovarmi per 3 mesi con biglietto di andata e ritorno. Chiedo il vostro aiuto per sapere quali sono tutti i documenti/requisiti necessari per ottenere permesso di soggiorno con convivenza in questo periodo,.al fine che lei possa quindi rimanere in Italia invece di dover tornare

    Mille grazie

  3. salve, il mio ragazzo è arrivato in Italia dove rimarrà per 3 mesi, vorrei sapere come posso fare in questi 3 mesi per riuscire ad avere un permesso di soggiorno per farlo rimanere..
    io italiana lui inglese

  4. Buon giorno SRS,
    sono un cittadino italiano(70Anni) iscritto AIRE,da 18 anni,e sono venuto a conoscenza della legge 76/2016 Cirinná e per la cquale con la mia compagna(64 anni) di tutta una vita siamo andati all’ambasciata di Quito Ecuador a registrare la ns unione come la normatitiva MAECI del 12/2017 ci permetteva.
    Il comune di Sesto san Giovanni dove io come AIRE sono registrato rifiutata la iscrizione nel mio stato di famiglia anagrafico adducenco che la Cirinná é solo per cittadini residenti.
    Quali secondo Voi sarebbero i passi legali per poter ritornare in italia con la mia compagna visto che cambiare un visto turistico a visto a famigliare é quasi impossibile.
    Rimanendo in attesa di un Vs.gentile riscontro
    Cordiali saluti
    Maurizio Longoni

      1. Buongiorno, da ormai un anno convivo con la mia ragazza thailandese in Thailandia, ma adesso vorremmo trasferirci in Italia. Nonostante io sia in Thailandia ormai da un anno, non ho spostato la residenza qui e continuo ad averla in Italia. Avendo convissuto non in territorio italiano, qual è la procedura da compiere per richiedere il permesso di soggiorno convivente? Grazie

          1. Mi riferivo alla situazione del signor Longoni in Ecuador. Nell’articolo, per quanto esaustivo, si fa riferimento a persone già sul territorio italiano. Ma per chi invece si trova all’estero( e non può neanche ottenere un semplice visto turistico come in Cina)?

      2. Mi trovo nella stessa situazione ma in Cina. Sareste così gentili da condividere le procedure? Grazie e cordiali saluti

    1. Salve Maurizio, vorrei chiederle a distanza di tempo se e come è riuscito a risolvere la situazione, essendo residente anche io a Sesto San Giovanni, ma essendo la mia compagna straniera non residente in Lombardia e essendole in scadenza il visto

  5. Salve,
    Sono cittadina straniera in posesso di contrato di convivenza con un cittadino Italiano. Il comune dove si reca la nostra attuale residenza non vuole iscrivere il nostro contratto siccome io non sono residente (sono venuta con visto turistico che scade dopo 90 giorni). Per questo motivo, siamo blocchati e non sappiamo come preocedere per ottenere il mio permeso di soggiorno per potere rimanere insieme. Grazie.

      1. Buonasera, sono nella stessa situazione della signora a cui avete risposto, sono straniera venuta con il visto turistico per convivere con il mio compagno italiano, non riusciamo ad avere la residenza per me con il contratto di convivenza, che cosa ci consiglia di fare?

        1. I want to check if you have any updates on your residence.. I have same situation. Can I apply for residence permit with only cohabitation contract? Will they issue the permit for me?

  6. buongiorno mio compagno è ancora sposato ,abito insieme a lui da 2 anni voglio sapere se è possibile lui fare un permesso di soggiorno per me? Sono brasiliana e lui italiano.non ho un permesso.se si può dove devo andare in comune?

  7. Salve mi chiamo Leo sono cittadino italiano abito Aosta la mia compagna e albanese volevamo iniziare una convivenza civile solo che lei è in albania come posso fare per farla tornare e per fsre il permesso di soggiorno per convivenza grazie per la disponibilità

  8. Salve, sono un cittadino italiano, la mia compagna thailandese arriverà in Italia con un visto turistico per visita famiglia amici, come posso fare per farla rimanere in Italia., Con un contratto di convivenza registrata? Sarebbe utile chiedere un visto diverso?

  9. Salve,
    Sono cittadina straniera in posesso di contrato di convivenza con un cittadino Italiano. Il comune dove si reca la nostra attuale residenza non vuole iscrivere il nostro contratto siccome io non sono residente (sono venuta con visto turistico che scade dopo 90 giorni). Per questo motivo, siamo blocchati e non sappiamo come preocedere per ottenere il mio permeso di soggiorno per potere rimanere insieme. Grazie mille

      1. Buongiorno
        Anche io ora sto in Italia con il visto turistico (90 giorni) che scade il 19.10.2021. Con il mio fidanzato siamo insieme 3 anni e potresti scrivermi che documenti ce vogliono per dichiarazione di convivenza per favore 🙏🏻
        Grazie in anticipo

  10. Sono,, italiano,,mi,,sta,, cercando,,nulla,,osa,,dice,,modo,,venire, Italia,,lui,,agerino,, consco,, tramite,,chiat,, incontri,,io,,non,,mai,,visto,,mando,,solo,,foto,,mo,, scrivere,,mail,,prima,sta,, Italia,,Roma,, 4mesi,,,5mesi,, andato,, Algeria,,pochi,, giorni fa,,lui,,dice,,ama,,lui,,venire,,da,, unico,,modo,,nulla,,osa,,parte,, valida civile,,cosa,, consegna,,fare,, grazie

  11. Buonasera, sono un cittadino italiano di 52 anni che convive di fatto con una donna filippina di 41 da un paio di anni, nella provincia di Monza e Brianza.. Lei è in attesa di sanatoria, registrata sia al comune per il rilascio dell’alloggiativa come dai vigili urbani per l’ospitalità, entrambi documenti necessari per ottenere la sanatoria e regolarizzarsi. Ha ovviamente un lavoro regolare come baby sitter e iscrizione alla sanità provvisoria.. Chiedevo cortesemente un’informazione, se possibile, con il patto di convivenza lei riuscirebbe a ottenere la tanto sospirata emersione con tanto di diritti alla pari di un cittadino italiano, quali tessera sanitaria e quant’altro previsto per la sua regolarizzazione?
    Grazie..

    1. Salve, no. Sanatoria e patto di convivenza sono due cose distinte e separate. Se ha chiesto la sanatoria avrà i requisiti per la regolarizzazione. In caso di rigetto potete optare per una convivenza.

  12. Sono brasiliana e vivo in Brasile. Il mio compagno è italiano e attualmente vive anche in Brasile con un visto. In Brasile, siamo unite stabilmente da legami affettivi di coppia, non vincolate da rapporti da matrimonio o da un’unione civile. Vogliamo andare in Italia e vorremmo un aiuto su come ottenere il permesso di soggiorno con una convivenza di fatto.

  13. Buongiorno,
    volevo un chiarimento sulla mia posizione :
    io cittadino italiano, la mia fidanzata straniera in possesso di un regolare permesso di soggiorno di studi ed iscritta all’anagrafe (ha la residenza a Genova). Il permesso di soggiorno è in scadenza (1 anno). Si potrebbe provare con un eventuale contratto di convivenza per un eventuale rinnovo/conversione del permesso?
    Grazie mille

  14. Buonasera e grazie per questo articolo.
    Io vivo a milano da 2017 (iniziato la residenza 11/2018) adesso con un permesso di attesa di occupazione.

    sono un uomo e vivo con mio fidanzato.
    abbiamo fatto la richiesta di convivenza di fatto e dopo qualche mesi abbiamo ricevuto il documento di convivenza di fatto.
    vorrei sapere con questo documento che tipo di richiesta posso fare ? permesso o carta di soggiorno ?
    grazie mille.

  15. Salve io ho il permesso di soggiorno scaduto da circa un anno però hanno fatto delle proroghe quindi dovrei essere in tempo. Adesso io devo andare al comune con il mio compagno che vive con me da poco ma ancora non ha la residenza con me e nemmeno io ho la residenza ma ho un vontratto di casa registrato, e dobbiamo fare il foglio di convivenza per potere io richiedere il permesso di soggiorno per conviventi vorrei capire come muovermi è possibile avere qualche notizia

  16. buonasera,
    sono una cittadina albanese con regolare permesso di soggiorno che mi e’ scaduto a giugno 2021
    ho aspettato poiche’ ad ottobre aspettavo il contratto di lavoro a tempo indeterminato ad ottobre perche’ ho dovuto aspettare in quanto a febbraio 2021 ho partorito mia figlia a roma con il mio compagno italiano di cui adesso conviviamo..
    volevo chiedere e’ possibile ottenere la carta di soggiorno in quanto sono convivente iscritta al comune,con un italiano e abbiamo una figlia e ho un contratto di lavoro dal 14 ottobre -assunzione a tempo indeterminato part time-
    e’ possibile richiedere la carta di soggiorno in questo caso perche’ ho sempre avuto il PSE ogni due anni ..
    possibile sapere per cortesia..resto in attesa
    grazie e saluti

  17. Salve
    Mi chiamo Marjan, sono studentessa magistrale dell’ultimo anno Vivo in Italia, il mio ragazzo è italiano. Volevo sapere se cambio il mio permesso di studio in attesa di lavoro per il prossimo anno, dopodiché posso cambiare il mio permesso di attesa di lavoro in convivenza di fatto? oppure è possibile solo cambiare il permesso di studio in convivenza di fatto

  18. Buonasera, con la Circolare n. 78/2021 “OGGETTO: Registrazione anagrafica dei contratti di convivenza.” del 21/97/2021 il Ministero dell’ Interno va nella direzione contraria rispetto a quanto indicato dai tribunali citati nell’articolo?
    Cito a seguire la parte dell’articolo a cui mi riferisco.
    “Secondo la giurisprudenza dei Tribunali italiani, è sufficiente un contratto di convivenza per iscrivere il proprio compagno extracomunitario all’anagrafe.
    Tra le varie pronunce, il Tribunale di Bologna con ordinanza n. 21280 del 03.02.2020, e il Tribunale di Modena con ordinanza n. 370 del 07.02.2020, hanno affermato che “lo straniero ha diritto all’ingresso in Italia e al ricongiungimento con il partner italiano, se intrattiene con questi una stabile relazione, non registrata, ma debitamente attestata da documentazione ufficiale”. Per questo è stata disposta l’iscrizione anagrafica del partner straniero privo di titolo di soggiorno in virtù dell’unità familiare.”
    Grazie

  19. Salve, mi chiamo Mario e sono un cittadino italiano e dipendente pubblico, mentre che la mia ragazza è argentina. Dopo averla conosciuta in vacanza tre anni fa, mi sono trasferito in spagna ed entrambi abbiamo un regolare permesso di soggiorno nel paese iberico, che lei ha ottenuto grazie ad una “pareja de hecho” (coppia di fatto) registrata presso il registro delle coppie stabili della Generalitat de Catalunya con il sottoscritto. Posto che non esiste un registro a livello nazionale in Spagna e che tale fattispecie non è possibile riconoscerla in Italia, in virtù del permesso di soggiorno come familiare di un cittadino dell’UE di cui dispone la mia ragazza, pensavo di farla venire qui con detto permesso e, poi, andare da un avvocato e stipulare il contratto di convivenza. Quindi, entrando con detto permesso di soggiorno rilasciato dalle autorità spagnole, tecnicamente non avrebbe bisogno di nessun visto, giacchè già questo è valido come visto di turistico per permanenze inferiori ai 90 giorni. Volevo sapere se così facendo fosse possibile che, a seguito di regolare contratto di convivenza e trasmissione entro 10 giorni a partire dalla stipula dello stesso da parte dell’avvocato verso l’anagrafe comunale (ex. comma 52 d.lgs 76/2016), l’anagrafe stessa riconosca la mia ragazza come convivente e, quindi, possiamo poi andare in Questura a chiedere il permesso di soggiorno come familiare di un cittadino UE. Ringrazio anticipatamente per la risposta.

  20. Salve, sono un membro dell’Unione Europea, ho già la residenza italiana, ho un figlio minorenne anche lui europeo. Sono sposata con una brasiliana, madre di mio figlio. Ho chiesto il permesso di soggiorno, e non ho il certificato di matrimonio, ma il mio passaporto europeo dice che sono sposato con mia moglie. il passaporto è considerato un documento per provare l’unione??

  21. Salve, sono cittadino italiano e farò la residenza in Italia, la mia compagna è argentina e viaggerà in Italia col passaporto argentino, dovrò fare la convivenza di fatto se vogliamo convivere in Italia?

  22. Buongiorno, il mio ragazzo è cittadino straniero, residente in Italia e iscritto all’anagrafe. Ha un permesso di soggiorno per motivi di studio che scadrà il 2 febbraio 2022. Farà a breve domanda per permesso di soggiorno attesa occupazione. Tra i documenti richiesti per fare domanda vi è l’iscrizione alle liste di collocamento. Mi chiedevo se per tale procedura sia sufficiente entrare sul sito MyAnpal completare il did online e allegarlo alla domanda.
    Grazie mille!

      1. Per quanto riguarda il permesso di soggiorno attesa occupazione, sul portale immigrazione tra i documenti richiesti vi è la seguente voce: “Certificazione della dichiarazione resa al centro per l’impiego (già iscrizione liste collocamento) ovvero la comunicazione INPS attestante la misura di sostegno al reddito”.
        Si riferisce al DID??
        Grazie

  23. Buonasera,
    la mia ragazza straniera si è vista scadere il permesso di soggiorno di studio per aver superato gli anni disponibili (3+3).
    Esiste un modo di ottenerne un rinnovo? Con la convivenza di fatto potrebbe essere rilasciato?

  24. Ciao,
    Sono un cittadino straniero in possesso di contratto di convivenza con cittadino italiano. Il comune dove risiede la nostra attuale residenza non vuole registrare il nostro contratto in quanto non sono residente (sono venuto con un visto turistico scaduto dopo 90 giorni). Per questo siamo bloccati e non sappiamo come procedere per ottenere il mio permesso di soggiorno per stare insieme. Grazie

  25. Ciao,
    sono un cittadino Italiano mentre la mia compagna è Brasiliana.
    Lei è arrivata in italia con un visto turistico di 3 mesi.
    Il nostro obiettivo è quello di instaurare una convivenza di fatto per poter permettere a lei di fare la domanda del permesso di soggiorno e successivamente ottenere una cittadinanza.
    I’amministrazione comunale si è messa di traverso e non vuole trascrivere il contratto nei registri del Comune.
    Cosa devo fare?

  26. Salve, mi permesso di soggiorno per lavoro subordinato scade ad aprile e mi trovo in attesa occupazione. Ho un compagno cittadino italiano, avviamo la residenza insieme, ho la possibilità da cambiare il permesso per motivo familiare. Ma mi chiedevo si è convenienti farlo e si fossi così qualle sarebbe la durata del permesso per convivenza di fatto?.
    Quedo in attesa della sua risposta.

  27. Salve, la mia ragazza è brasiliana, vorrei farla venire a vivere in Italia, sono stato al commissariato per chiedere informazioni, mi hanno mandato all’ufficio anagrafe dicendomi di chiedere un documento attestante “la convivenza di fatto” per poter chiedere il permesso di soggiorno, purtroppo nel mio comune di residenza mi hanno negato tale documento, inoltre mi hanno esplicitamente detto che anche avendo un contratto di convivenza redatto da un’avvocato/notaio non possono rilasciare il documento di “convivenza di fatto”.

  28. Salve,

    Io sono cittadino italiano e la mia fidanzata cilena.
    Lei arriverà in Italia alla fine del mese, e vorremmo instaurare un patto di convivenza per farla rimanere in Italia.

    Vorrei sapere l’iter esatto sarebbe:
    – instaurazione patto di convivenza presso avvocato
    – presentazione della domanda in anagrafe
    – eventuale ricorso in caso di rigetto

    Inoltre vorrei capire quali sono le tempistiche di un eventuale ricorso..

    Grazie

  29. Salve, vivo in Cina e sono convivente da quasi due anni con la mia compagna cinese.
    Vorremo trasferirci in Italia, ma la Cina attualmente non permette più ai propri cittadini l’uscita dal paese con visti tipo turistico. È possibile ottenere un visto di soggiorno prima ancora di rientrare in Italia (a Roma nello specifico)? Come possiamo procedere? Il consolato purtroppo non risponde da settimane e generalmente è al quanto incompetente (già segnalato all’Ispettorato pubblico in materia..). Grazie

  30. Buonasera, cerco di essere sintetico 🙂
    Stato di famiglia:
    *io, Capofamiglia, (divorziato);
    *figlio 26 anni, studente, reddito annuo 800e(ottocento per lavoretti estivi), a carico al 50% con Ex che convive altrove;
    *convivente di fatto dal 2022 (dichiarata, con PdS), cittadina russa, reddito estero anni passati forse 5.000e(?),residente IT.

    In generale la domanda sarebbe quali sono i diritti e i doveri e quali dichiarazioni dovrei fare?
    Nello specifico serve l’ISEE universitario per mio foglio, nella DSU se vanno indicati tutti i componenti del nucleo, va aggiunto anche il reddito 2020 della mia convivente anche se all’epoca non convivevamo e il suo reddito (basso) è dichiarato all’estero? se devo dichiarare il suo reddito, devo fare io una traduzione giurata? Per la nostra convivenza ho dovuto far tradurre un doc di 3pp e ho speso 100e a pagina!!!

    Pongo le stesse domande x il 730 che il mio caf ha già inviato, ma non abbiamo inserito alcun dato relativo alla mia convivente di fatto!

    grazie
    John

  31. Buongiorno sono italiano e convivo con una colombiana da più di 1 anno, lei e qua con documenti regolari oltre a tutto lavora in regola , il nostro sogno e portare qua i suoi 2 figli che si trovano in colombia del età di 20 e 24 anni già maggiorenni per eser uniti si può?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai tutti gli aggiornamenti sulla tua casella di posta.

Potrebbero interessarti

Permesso di soggiorno UE illimitato: come ottenerlo, rinnovo e revoca

Il permesso di soggiorno UE (ex carta di soggiorno) ha durata indeterminata.…

È possibile viaggiare con la ricevuta del permesso di soggiorno?

La ricevuta della richiesta di rinnovo costituisce un documento fondamentale: dimostra di…

Quanto tempo posso stare fuori dall’Italia con il permesso di soggiorno?

Ciascun cittadino straniero che sia in possesso di regolare permesso di soggiorno,…