Rinnovo permesso di soggiorno, come si fa e quali documenti servono
Rinnovo permesso di soggiorno, come si fa e quali documenti servono

Il rinnovo del permesso di soggiorno deve avvenire almeno 60 giorni prima della sua scadenza (art. 5, comma 4, dlgs 286/98).

Tuttavia, il combinato disposto con l’art. 13 comma lett. b) rende possibile la presentazione dell’istanza di rinnovo entro i 60 giorni successivi alla data di scadenza  purché il ritardo sia dipeso da cause di forza maggiore.

Come si rinnova il permesso di soggiorno

Il permesso di soggiorno va rinnovato presso gli uffici postali abilitati o direttamente in Questura, in base alla tipologia di permesso per cui si chiede il rinnovo.
Su questo link trovi quali sono le tipologie di permesso rinnovabili tramite kit postale.

Reddito richiesto per il rinnovo

L’art. 4 comma 3 TUI stabilisce che, ai fini del rilascio e del rinnovo del permesso di soggiorno, lo straniero deve dimostrare “la disponibilità di mezzi di sussistenza sufficienti per la durata del soggiorno”.

In via generale, per dimostrare i mezzi di sussistenza, si fa riferimento all’importo dell’assegno sociale fissato annualmente dell’INPS.

E cioè, chi richiede il rinnovo del permesso di soggiorno, deve essere in possesso di un reddito annuo lordo non inferiore all’importo annuo dell’assegno sociale, che per il 2022 è pari a 6.079,45€ annui (467,65€ € al mese).
Tuttavia, la giurisprudenza ha chiarito che le Questure non devono valutare il reddito secondo i parametri previsti dall’importo annuo dell’assegno sociale, ma devono invece considerare la storia lavorativa pregressa dell’interessato e la prospettiva di lavoro futura.

Cosa fare se manca il reddito necessario

Ai fini del rinnovo del permesso di soggiorno, possono essere considerati anche i redditi da lavoro nero e i redditi percepiti dall’intero nucleo familiare.
Inoltre, non può disporsi il diniego del rinnovo del permesso di soggiorno in caso di malattia o infortunio del lavoratore. Infatti l’art. 8 comma 1 della Convenzione O.I.L. n. 97 del 1949, impedisce il rinvio nel paese di provenienza in caso di sopravvenuta impossibilità di lavorare causata da malattia o infortunio.

Redditi dei propri familiari

Come anticipato, per il rinnovo del permesso di soggiorno possono essere presi in considerazione anche i redditi complessivi del nucleo familiare. Il Tar Friuli Venezia Giulia, con sentenza n. 206/2014 ha confermato tale orientamento annullando il provvedimento di diniego di rinnovo del permesso emesso della Questura per non aver considerato la circostanza che l’interessata poteva contare anche sul reddito della sorella convivente.

In aggiunta, occorre considerare che in virtù dell’art. 5, comma 5, se a chiedere il rinnovo è uno straniero che è entrato in Italia a seguito di ricongiungimento familiare, deve tenersi conto della natura e della effettività dei vincoli familiari dell’interessato e dell’esistenza di legami familiari e sociali con il suo Paese d’origine, nonché – per lo straniero già presente sul territorio nazionale – anche della durata del suo soggiorno nel medesimo territorio nazionale.

Quanto costa rinnovare il permesso di soggiorno

Per la spedizione del kit postale saranno richiesti 30€ (per i rinnovi alle poste), a questi dovranno aggiungersi:

  • pagamento di 30,46€ per il permesso per i minori di 14 anni + 30,46€ per aggiornamento del permesso di un genitore (in questo caso bisogna usare due bollettini diversi ma un solo kit per inviare la domanda);
  • pagamento di 70,46€ per permesso di soggiorno di durata 3 mesi – 1 anno;
  • pagamento 80,46€ per permesso di soggiorno di durata 1 anno – 2 anni;
  • 130,46€ per il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
  • 30,46€ per il duplicato, aggiornamento e conversione del permesso di soggiorno.

Non dovranno sostenere alcun costo i richiedenti il permesso per cure mediche e i cittadini stranieri richiedenti rilascio e rinnovo asilo, richiesta asilo e protezione sussidiaria.

Documenti necessari per rinnovo permesso per motivi di lavoro

  • fotocopia del permesso di soggiorno in scadenza;
  • fotocopia del codice fiscale;
  • fotocopia della certificazione di residenza o stato di famiglia o della dichiarazione di ospitalità o contratto di affitto relativi all’alloggio di domicilio;
  • Unilav inviato dal datore di lavoro all’Inps o del Modello Q in caso di lavoro domestico;
  • fotocopia delle pagine del passaporto riportanti i dati anagrafici, i timbri di rinnovo, i visti;
  • fotocopia della documentazione attestante la disponibilità di un reddito da lavoro o da altra fonte lecita: Cud, Unico, ultima dichiarazione dei redditi, buste paga relative al periodo di assunzione;
  • in caso di lavoro domestico, oltre alla documentazione sopra riportata, sono necessarie le fotocopie dei versamenti dei contributi previdenziali all’INPS.

Documenti necessari per rinnovo permesso per motivi di famiglia

  • fotocopia delle pagine del passaporto riportanti i dati anagrafici, i timbri di rinnovo, i visti;
  • fotocopia del permesso di soggiorno in scadenza;
  • copia del passaporto del familiare (pagine con dati anagrafici);
  • copia del permesso di soggiorno del familiare;
  • fotocopia del codice fiscale del richiedente e del familiare;
  • dichiarazione del familiare che provvede al sostentamento dell’interessato attraverso la compilazione dell’atto di notorietà di mantenimento.

Cosa fare se la Questura non rilascia il permesso entro 60 giorni dalla domanda

L’art. 5 comma 9 del d.lgs. 286/98 stabilisce che il permesso di soggiorno è rilasciato, rinnovato o convertito entro 60 giorni dalla data in cui è stata presentata la domanda.
Tuttavia, le tempistiche del rilascio del rinnovo del permesso di soggiorno sono sempre più lunghe.
Nel caso in cui i tempi di attesa si prolungassero di molto oltre la scadenza dei 60 giorni per la definizione del procedimento, è possibile inviare un sollecito/diffida all’ufficio immigrazione della Questura.
Inoltre, entro un anno a partire dal sessantunesimo giorno, è possibile impugnare il silenzio-inadempimento della Questura, mediante ricorso al TAR.

Hai bisogno di ulteriori informazioni?
Scrivici a help@infoimmigrazione.com
Rispondiamo sempre.

Online Legal Support

Ricevi la tua risposta in poche ore.

CONTATTA UN AVVOCATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai tutti gli aggiornamenti sulla tua casella di posta.

Potrebbero interessarti

Permesso di soggiorno UE illimitato: come ottenerlo, rinnovo e revoca

Il permesso di soggiorno UE (ex carta di soggiorno) ha durata indeterminata.…

È possibile viaggiare con la ricevuta del permesso di soggiorno?

La ricevuta della richiesta di rinnovo costituisce un documento fondamentale: dimostra di…

Permesso di soggiorno per convivenza di fatto, chi può richiederlo?

La legge Cirinnà (Legge n. 76/2016 del 20/05/2016) oltre ad aver riconosciuto…